Cerca

Nella prossimità degli affetti. Filosofia e letteratura tra '800 e '900

Il prezzo originale era: €15.00.Il prezzo attuale è: €14.25.

Autore: Marco Vozza
Anno edizione: 2003
Pagine: 208 p.

Descrizione

In un passo di Umano, troppo umano, Nietzsche afferma: «Io credo che la decisione circa l’effetto della conoscenza venga data dal temperamento di un uomo». Nell’economia del pensiero nietzscheano, tale affermazione costituisce la condizione preliminare per un sobrio congedo dal pensiero metafisico, che prende forma nei lineamenti di un temperamento buono convalescente dalla malattia morale e metafisica. La nozione di situazione o tonalità affettiva elaborata da Heidegger si rivela complementare a quella nietzscheana di temperamento: essa è la modalità esistenziale in cui l’Esserci si trova da sempre gettato, anteriore ad ogni possibile comprensione e interpretazione. La tradizione metafisica ha inteso screditare tale evidenza originaria mediante la subordinazione alla certezza apodittica che caratterizza la conoscenza teoretica: tuttavia anche l’astrazione apparentemente più incontaminata non è del tutto estranea alla determinazione affettiva. I lineamenti per una tipologia del temperamento, forgiati in particolare dall’ esperienza erotica e dalla cognizione del dolore, sembrano suggeriti dalla relazione privilegiata che i soggetti istituiscono con le istanze di profondità o di superficie. In questo libro, oltre al ruolo del sapere della superficie, viene sviluppato il tema dell’affettività quale scaturisce dall’esplorazione filosofica e letteraria del mondo della vita.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Nella prossimità degli affetti. Filosofia e letteratura tra ‘800 e ‘900”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *