Cerca

Lu cuntu te Francischiellu lu nannercu e la lucerna fatata

(9 recensioni dei clienti)

10.45

Autrice: Annita De Vitis
Anno edizione: 2022
Pagine: 80 p.

Descrizione

Questo racconto è la storia di un bambino che viveva con la sua mamma nel Regno delle due Sicilie, non aveva il papà perchè deceduto a causa di una malattia. Un Mago cattivo, si finge una persona per bene, convince la mamma ad affidargli il figlio, con la scusa di regalargli un viaggio, donandole delle monete d’oro, perchè sono poveri. In realtà il Mago ha bisogno di quel bambino innocente, per recuperare una Lanterna Magica dal Regno dei Morti. Solo un bambino innocente potrà entrare e uscire vivo da lì dentro. Francischiello, dopo aver recuperato la lanterna magica, si troverà a vivere avventure fantastiche ed emozionanti.

9 recensioni per Lu cuntu te Francischiellu lu nannercu e la lucerna fatata

  1. Anna De Vitis

    In questo libro ci sono le mie emozioni di bambina, mia madre ce lo raccontava la sera sedute davanti al fuoco del camino e io volavo con la fantasia e lo vivevo come se fossi la protagonista. Scrivendolo ho realizzato il mio sogno, lascio a chi lo legge la recensine sul racconto.

  2. Diego

    Molto bello

  3. Gianluca catalano

    Un bellissimo libro per bambini e perché no, anche per grandi per riscoprire una vecchia e affascinante favola da continuare a tramandare ai propri bambini e nipoti! Un complimento va alla sua scrittrice per averci donato una storia che altrimenti sarebbe andata persa. Decisamente da non perdere

  4. Daniela De Vitis

    Bellissimo,mi ha riportato indietro nel tempo quando la nonna ce lo raccontava,usavi tutta la tua immaginazione ,e Lu cuntu era uno strumento x crescere attraverso la fantasia sognavi sempre il lieto evento ,e Lu francischellu e la lucerna fatata era il mio preferito … grazie ,adesso c’è l’ ho a portata di mano x rileggerlo quando voglio…

  5. Teresa De Vitis

    Bellissimo libro che mi riporta indietro nel tempo!

  6. Francesca Palumbo

    Bellissimo racconto

  7. Vizzi Elvira

    Bellissimo racconto. Ho rivissuto, leggendo il libro, le emozioni di quando mia madre mi raccontava, da bambina, la “cummare furmiculicchia”. Il racconto scritto in dialetto, oltre a tramandare una favola poco nota della cultura dialettale salentina, tiene viva la memoria e le tradizioni del passato. Complimenti ad Annita!

  8. Francesca Capoccia

    Un bel racconto sia per noi adulti (nella versione dialettale) che per bambini. Letto vicino al camino acceso mi ha riportato a quando erano i nostri nonni a raccontare delle storie per farci stare tranquilli. Non bisogna mai smettere di tramandare le nostre tradizioni. Complimenti!!!

  9. Stefania

    Bellissimo racconto e bravissima la scrittrice!!!!!

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.