Lu core spitterra. Traduzioni dialettali inedite fra Leopardi e Neruda

17.10

Autore: Erminio Giulio Caputo

Curatore: Emilio Filieri, Claudia Caputo

Anno edizione: 2019

Pagine: 188 p., Brossura
SKU 9788833290508 Collana

Descrizione

Esprimere nella lingua nativa il composto universo linguistico e culturale di poeti provenienti da epoche storiche, civiltà e visioni del mondo differenti rappresenta per Erminio G. Caputo la sua sfida poetica ed esistenziale verso il superamento dei propri confini spirituali e territoriali, il suo anelito di risalire alle scaturigini mitiche, antropologiche, culturali di un’umanità multiforme e “polifonica”, ma segnata da sconfitte, angosce, emozioni e speranze condivise che interpellano il destino dell’uomo contemporaneo. Osserva Emilio Filieri: “In questo saggio è stato possibile avvicinare un altro aspetto inedito, ma di specifico interesse della personalità del poeta, legato alle sue traduzioni in dialetto di significative poesie della letteratura italiana, insieme con esemplari della spagnola, della russa, della cilena e della rumena”. L’artista-traduttore intrecci una fine trama di segni significati e simboli tra il suo idioma di appartenenza e le diverse traduzioni.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Lu core spitterra. Traduzioni dialettali inedite fra Leopardi e Neruda”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *