Cerca

L'oggetto perduto del desiderio. Archeologie di Vincenzo Consolo

20.90

Autore: Rosalba Galvagno
Anno edizione: 2022
Pagine: 308 p.

Descrizione

La Sicilia, e il Mediterraneo tutto, nella sua com- plessità di bellezza e di orrore, di attrazione e di repulsione, di natura e di cultura, di storia e di arte, di guerra e di pace, di mafia e di eroi, è l’oggetto più emblematico della scrittura di Consolo. Gli altri non sono che degli avatars, dai più orridi ai più teneri, di questo oggetto fondamentale che egli ha inseguito durante il suo percorso di uomo e di arti- sta, attingendolo perfino nei resti archeologici, nelle pietre antiche. Da queste pietre, nient’altro che lettere, bisogna partire per penetrare la sua scrittura. In questa direzione procede la suggestiva postfazione di Sebastiano Burgaretta, Con Consolo per antiche pietre, preceduta da una Conferenza inedita di Vincenzo Consolo, tenuta il 23 maggio 2003 all’Accademia di Belle Arti di Perugia, dove non manca l’accenno ad una «escursione nei luoghi classici della Sicilia occidentale».

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’oggetto perduto del desiderio. Archeologie di Vincenzo Consolo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *