Trentina di nascita e bresciana di adozione, Bruna Franceschini diventa insegnante per passione. Nel 2005, è finalista al premio LiberEtà, pubblicata col titolo La scuola difficile. Nello stesso anno entra nella lista d’onore dell’Archivio Diaristico Nazionale con la sua autobiografia dal titolo Sotto il segno dello scorpione, che nel 2017 diventa un libro. Come studiosa di storia del Novecento pubblica (per il Comune di Brescia) il saggio Dalle storie alla Storia “La dittatura, la guerra, le privazioni, la paura nel vissuto delle donne e degli inermi”. Quindi: Frammenti di una vita movimentata, Come piume che ubbidiscono al vento e Storia di vita e di morte. Per la scuola media, tre romanzi storici: Il sogno di Lola, Vincitori o vinti?, Ragazzi e ragazze del secolo scorso. Per la narrativa: Straordinario e ripugnante, Come una lupa con otto zampe, Racconti feroci, Lui, lei, l’altra, La natura dello scorpione, Autobiografia di una ragazza del secolo scorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *